Dicono di noi...

o ci copiano!

 
-E' gratificante vedere come il proprio lavoro viene giudicato, apprezzato e copiato. Soddisfa l'innata vanagloria che alberga in ognuno di noi, sopratutto quando l'apprezzamento è reso pubblico. Quando poi l'apprezzamento è agro-dolce, o negativo non c'è problema: come disse quel tizio "parlate male di me, ma parlatene" Se poi non ne parlano e si limitano a copiarmi senza citarmi... peste li colga!
_Il free-press Aversano "Nero su Bianco" sul # 105 del 18 Aprile 2004, a pagina 22, "Costume", mi ha onorato, pubblicando a sorpresa un mio pezzo, parola per parola, virgola dopo virgola, omettendo solo la chiosa di apertura, e, per pudore, non firmandolo.. L'articolo è tratto da "A' casa d'è signurine" primo pezzo della sezione "Tempus Fugit" di questo Sito, e che racconta del variegato mondo che circolava intorno all'ultima casa chiusa di Aversa. Purtroppo hanno omesso di citare la fonte, e ciò mi ha amareggiato perché, trattandosi di "giornalisti" (o almeno si credono tali), queste cose dovrebbero saperle, ma forse è pretendere troppo! Non hanno pubblicato il mio nome, l'articolo è frutto di una ricerca consultando "nerosubianco.web" (!), "Aversa in CD" dell'Ing. Fiorillo, e da ricordi personali o sentiti, e hanno omesso il doveroso link a questo Sito. Poi l'articolo è accompagnato dalla foto di una delle più amate chiese di Aversa, chiesa che ospita la co-Patrona, la Madonna di Casaluce. Immagine che, chiaramente, non è attinente con l'argomento trattato. Ma, e mi ripeto, è chiedre loro troppo..

-

Articolo pubblicato sul numero 10 del mensile "L'Eco di Aversa"di Settembre 2004, pagina 4, redatto da Antonio Santi e Enrica Muretti. Gli articolisti si limitano a descrivere il Sito senza entrarne nel merito critico, solo a scopo conoscitivo.

Articolo apparso sul # 133 di "Nero su Bianco" del 2.10.2005 a firma di Salvatore Pizzo: una recensione che l'autore poteva benissimo evitare visto che ha scritto cose inesatte e superficiali o non attinenti ad una recensione. E' evidente che con questo free-pres non abbiamo "fortuna"...

2006 - Nessuna recensione da parte di questo Sito che non cito per non pubblicizzarlo. Pubblicizza un ristorante cittadino, inserendo la copia integrale, da me NON AUTORIZZATE, di molte pagine di "aversalenostreradici.com" riproposte come loro, con la cancellazione dei © sulle MIE foto e con sfondi cambiati. "In fin dei conti perché perdere tempo a cercare notizie, a preparare le pagine quando il tutto è già bello e pronto?" avranno pensato. Peccato che inizialmente "era saltata una riga" (così hanno detto) e non risultava da dove e da chi le avessero prelevate. Distrazioni, succede nelle migliori famiglie, no? E distrattamente avevano cancellato anche il link presente sulle foto... LADRI! La cosa buona è che dopo 2 anni il ristorante ha chiuso.
Recensione apparsa sulla rivista di informatica "Idea Web" a pagina 12 del # 59 di Febbraio 2006 a cura della Redazione
 
A sinistra - Dicembre 2006 - Mi sarebbe piaciuto moltissimo avere le mie pagine pubblicate in una agenda come questa, molto bella e ben curata, pagine su carta lucida, una ideale trasposizione cartacea di "Aversa, le nostre radici". Peccato che l'autorizzazione per la riproduzione e la stampa del contenuto non mi è stata richiesta, e per giunta hanno inserito anche la dicitura "Ogni riproduzione anche parziale è vietata". In parole povere, correvo il rischio di trovarmi in Tribunale per aver copiato le mie pagine! Di questa vicenda avevo incaricato una "avvocatessa" di Aversa, ma come mi aveva preavvisato l'amico Luigi dott. Marino "Salvatò, tu staje fora, ccà fennisce tutto a tarallucci e vino..." è finito tutto a tarallucci e vino, tra "l'avvocatessa" (che non si è fatta più viva) ed il ladrone, suo vecchio compagno di scuola...
A destra - Gennaio 2007 il Sito web "Corriere di Aversa e Giugliano" ci cita in un lungo articolo di protesta intitolato "Elenco di veri Aversani nel mondo segnalati dal lettori, sdegno su scala mondiale contro il Comune" indirizzato al Comune di Aversa, e al metodo che questi hanno adottato per premiare gli Aversani che nel mondo hanno dato o danno notorietà alla città. E tra i tantissimi nomi di "Aversani in esilio" che si danno da fare per far conoscere il buono della città, ci sono anche io! Grazie a chi mi ha segnalato!
IdeaWeb ci ha rivisitati (#73 Maggio 2007) e la recensione è più che buona, ed è inutile dire loro che ci sono meno immagini per evitare di ricorrere sempre agli avvocati, anche se bionde e carine ma che poi si tirano indietro e se ne fregano di te...
22 Maggio 2011 e sul numero 10 di OC - Osservatorio Cittadino, pagina 30, esce una buona recensione del Sito, scritta da Salvatore De Chiara.
"Copia copiasso, all'esame non si passa", modo di dire molto frequente di quando eravamo alle elementari... e anche oggi. Leggete le prime righe di questo "articolo" apparso su NerosuBianco #9 del 11 Maggio 2014 pag. 24, senza firma. Il pezzo parla di una chietta di Aversa, ma inizia COPIANDO parola per parola il mio pezzo sulla chetta del Borgo di Aversa pubblicato 2 mesi prima, e su www.aversalenostreradici.com! E magari questo pennivendolo ha pure il tesserino da giornalista!