LA MELA ANNURCA

Aversa rientra nelle aree di produzione della Mela Annurca, secondo I.P.G. del 2003.
Tale prodotto ha origini antichissime e, sebbene piccola (100 g circa), per il colorito rosso ed il sapore dolce, misto ad acidulo, si può definire la principessa delle mele.
Era nota già ai Romani una sua raffigurazione, Mala Orcule, presente nella Casa dei Cervi ad Ercolano; Plinio il Vecchio parlava della caratteristica fase dell´indolcimento, "nannurca", che ne faceva alla fine un prodotto di alta qualità.
La raccolta avviene fra settembre e ottobre, quando le mele, ancora acerbe, vengono poste nei melai; questi ultimi sono ricavati nei pressi delle aree di raccolta delle mele. Tra la terra e le stesse si pone del truciolato di legno e della paglia, che nel tempo hanno sostituito completamente la canapa (i cosiddetti cannauccioli). In origine le mele erano ricoperte con tetti di rami di castagno posti all´aria aperta, ed attualmente il sistema delle serre ha sostituito tale procedura. L´ombra ed un ambiente umido sono determinanti per una giusta maturazione, da cui dipende il colorito rosso ed il sapore aromatico. L´innaffiatura garantisce la giusta quantità di sali minerali persa nelle giornate particolarmente calde.
Il lavoro del bracciante è fondamentale, dal momento che le mele necessitano continuamente di essere girate, al fine di raggiungere il giusto grado di addolcimento, ossia di maturazione del prodotto. La mela annurca, pertanto, riflette l´anima del bracciante che l´ha lavorata per i mesi autunnali/invernali e il suo attaccamento alle fasi del ciclo della vita (legno,fuoco, terra, e acqua), che ne hanno permesso la maturazione.
Drengot, Abenavolo ed altri Normanni furono sicuramente grandi degustatori delle mele che nella loro terra d´origine erano la base per un liquore caratteristico il Calvados.
Anche mio zio buonanima, Peppe e´ Zarrill, preparava un liquore a base di mela annurca. Ottimo per la preparazione e la degustazione di dolci, il liquore di mela annurca può essere ottenuto mediante la seguente ricetta:
Ingredienti:
• Buccia di 4 mele
• 100 g di semi di mela annurca precedentemente essicati
• 400 g di alcool 95°
• 450 g di zucchero
• 3/4 litro di acqua
Procedimento:
Ø Sbucciate 4 mele annurche, poi preparate 100 gr. di semi di mele annurche, precedentemente raccolti ed essiccati.
Ø Sciogliete lo zucchero nell'acqua a fuoco medio.
Ø Attendete che l'acqua si raffreddi ed aggiungete l'alcool, le bucce ed i semi.
Ø Macerate il tutto in un bottiglione con chiusura ermetica per circa 60 minuti.
Infine, filtrate, imbottigliate e lasciate riposare il tutto in ambiente chiuso e umido, ideale una grotta di tufo, per circa 50 giorni.

©Testo di Luigi Marino, adattamento grafico di Salvatore di Grazia/aversalenostreradici.com